Il corso è rivolto a coloro che sono stati designati dal datore di lavoro per lo svolgimento delle attività di prevenzione e lotta antincendio, gestione delle emergenze e di evacuazione in caso di pericolo grave ed immedia­to.

È anche rivolto ai datori di lavoro che svolgono direttamente tali compiti (ai sensi dell’art. 45, comma 2 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. d.m. del 10 marzo 1998).

Durata
La durata del corso per addetti antincendio è variabile in base alla clas­sificazione delle attività lavorative riportata:

  • CORSO A – Addetti antincendio in attività a rischio basso – 4 ore
  • CORSO B – Addetti antincendio in attività a rischio medio – 8 ore
  • CORSO C – Addetti antincendio in attività a rischio alto – 16 ore

Il corso antincendio rischio alto prevede che venga sostenuto un esame in collaborazione con i Vigili del Fuoco competenti territorialmente.

Obiettivi
Il corso vuole fornire le conoscenze generali riguardanti gli aspetti pro­cedurali per la gestione delle emergenze in caso di incendio, presentan­do ed analizzando le:

  • cause e le dinamiche degli incendi e le principali misure per pre­venirli;
  • principali misure di protezione contro gli incendi e le procedure da adottare in caso di incendio o in caso di allarme;
  • attrezzature ed impianti, le modalità di utilizzo dei mezzi di estin­zione, i sistemi di allarme, la segnaletica di sicurezza, l’illuminazione di emergenza.

PROGRAMMA

Modulo 1 – L’incendio e la prevenzione: principi sulla combustione; le principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro; le sostanze estinguenti; i rischi alle persone ed all’ambiente; specifiche misure di prevenzione incendi; accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi; l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro; l’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio.

Modulo 2 – Protezione antincendio: misure di protezione passiva; vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti; attrezzature e impianti di estinzione; sistemi di allarme; segnaletica di sicurezza; impianti elettrici di sicurezza; illuminazione di sicurezza.

Modulo 3 – Procedure da adottare in caso di incendio: procedure da adottare quando si scopre un incendio; procedure da adottare in caso di allarme; modalità di evacuazione; modalità di chiamata dei servizi di soccorso; collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento; esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali-operative.

Modulo 3 – Esercitazioni pratiche: presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento; presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, auto protettore, tute, etc.); esercitazioni sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione individuale.

 

Metodologia

Considerando le sue finalità, volte all’ acquisizione di capacità operati­ve nell’intervento di emergenze antincendio, la metodologia didattica è fortemente orientata alla partecipazione attiva dei corsisti. Si prevede altresì uno spe­cifico modulo didattico di natura pratica, finalizzato all’ acquisizione delle procedure di utilizzo dei mezzi di estinzione degli incendi, quali estintori portatili, naspi ed idranti.
Obbligo di frequenza
I partecipanti devono rispettare gli orari prestabiliti e frequentare tutte le sessioni pre­viste. L’ammissione alla verifica finale è subordinata alla evidenza documentale dell’ef­fettiva presenza.Requisiti per l’ottenimento degli attestati
È previsto un test finale di apprendimento e a fine corso sarà rilasciato un Attestato, riconosciuto e sottoscritto da Ente Bilaterale e Organismo Paritetico Nazionale.

Modalità di erogazione
A calendario o su richiesta.